Come impostare il termostato per risparmiare?

postato in: Soluzioni utili | 0

A seconda del periodo dell’anno e del luogo in cui si vive, regolare il termostato della caldaia a temperature più basse durante il giorno e la notte può aiutare a risparmiare energia. L’operazione tra l’altro è possibile effettuarla sia se si tratta di un termostato manuale che di uno programmabile appartenente alla cosiddetta categoria dei dispositivi intelligenti. Molti termostati programmabili consentono di impostare un programma unico per ogni giorno della settimana con diversi cambi di temperatura per fasce orarie, mentre altri possono fornire opzioni più basilari o un numero limitato di regolazioni che possono essere effettuate con cadenza giornaliera.

Sottoporre la caldaia a una manutenzione annuale

Prima di impostare la temperatura del termostato di una caldaia è sicuramente un’ottima idea sottoporla ad una manutenzione ordinaria, poiché si rivela ideale per mantenere il sistema funzionante e senza intoppi riducendo nel contempo il rischio di guasti. Inoltre se l’apparto è perfetto anche l’efficienza ne guadagna. Ovviamente per il servizio è opportuno affidarsi a tecnici qualificati come ad esempio quelli di assistenza caldaie a Roma (che puoi contattare qui https://prontoriparazioni.it/caldaie-roma/) che in tal senso propongono contratti di manutenzione al fine di rendere il servizio costante. I suddetti professionisti tra l’altro dispongono anche di attrezzature all’avanguardia in grado di effettuare spurghi, così come si avvalgono di parti di ricambio originali di qualsiasi marca e modello di caldaia e possono fornire utili consigli su come impostare il termostato.

Far installare un termostato intelligente

I termostati intelligenti oggi si rivelano a dir poco fondamentali se applicati ad una caldaia. Si tratta infatti di dispositivi che proprio grazie ai progressi tecnologici, permettono di regolare senza problemi le temperature della casa in base ad un programma personalizzato o a specifiche esigenze. L’operazione inoltre non è elaborata anche se alcuni modelli richiedono l’impostazione di un programma iniziale. Un tecnico qualificato in questo caso può avviare il processo e sfruttare le varie funzionalità a cui il dispositivo è preposto. Ci sono infatti termostati che utilizzano rilevatori di movimento per determinare se le persone sono in casa o fuori, e la maggior parte offre opzioni per ignorare le impostazioni intelligenti con quelle personalizzate se necessario. Questi termostati infine trovano modi per ridurre l’uso di aria condizionata o riscaldata attraverso modifiche incrementali, come ad esempio spegnere il sistema HVAC alcuni minuti prima di quanto si è impostato inizialmente il dispositivo, oppure regolare la temperatura preferita di un paio di gradi durante i periodi più freddi dell’anno.

Impostare il termostato per i mesi invernali più freddi

Durante i mesi più freddi, impostare il termostato significa fondamentalmente regolarlo ad una temperatura domestica ideale e che aiuta a risparmiare sui costi energetici. Per tale motivo è preferibile sceglierne una intorno ai 20 gradi durante il giorno. Premesso ciò, ci sono tuttavia altri utili accorgimenti per massimizzare il risultato e ridurre sensibilmente i costi della bolletta. In primis vale la pena considerare l’installazione di finestre adeguate in pvc o alluminio-legno, entrambe tipologie in grado di rendere sigillata la casa ed evitare spifferi di vento che potrebbero far raffreddare il calore generato dai radiatori e dalla caldaia alla temperatura impostata. In secondo luogo un altro ottimo modo per risparmiare sui costi energetici impostando il termostato a 20 gradi, è di posizionare al centro del soffitto un apposito ventilatore in modo che possa disperdere l’aria calda che si raccoglie intorno ad esso. Infine come già in precedenza accennato se si opta per l’utilizzo di un termostato intelligente, va sottolineato che quest’ultimo è in grado di programmare accensione e spegnimento in vari momenti del giorno e della notte e persino incrementare o diminuire le rispettive temperature in base alle condizioni ambientali.