8 consigli per strutturare un sito web di valore

postato in: Soluzioni per il web | 0

Un’azienda che si prefissa di diventare competitiva sul mercato e di dare filo da torcere ai competitor deve mettersi in testa che deve necessariamente strutturare un sito web efficace.
Per progettare il nuovo sito si possono avere diversi approcci spesso del tutto errati.
Il primo di questi sbagli è quello di imitare grottescamente il sito del competitor più forte e scimmiottarlo non garantisce certo un risultato efficace.
Il secondo approccio è quello di limitarsi a dare una rinfrescata alla grafica del sito pensando che gli utenti non leggano quanto scritto su altri siti e che non sia importante, perché già conoscono la nostra azienda e quindi il sito è un mero biglietto da visita.

8 consigli pratici per strutturare un sito web efficace

Nel momento in cui un imprenditore ha necessità di strutturare un sito web efficace, come si legge anche qui https://www.gianpaoloantonante.it/come-strutturare-un-sito-web, non sarà certo lui a smanettare su internet, ma ha il compito di studiare cosa vogliono i suoi clienti e strutturare il sito stesso in base a queste esigenze.
Un imprenditore deve sapere cosa vogliono trovare i clienti sul suo sito, magari facendo una ricerca di mercato: ed è tutt’altro che una precisazione banale, perché nella maggior parte dei casi, questo non accade.

  1. Prima di guardare i competitor un’azienda deve cercare di capire cosa vogliono i suoi clienti: è inutile avere come punto di riferimento e d’ispirazione solamente il sito aziendale dei concorrenti. Un’azienda deve entrare nella testa dei consumatori e sapere cosa desiderano: è possibile sapendo parlandoci, leggendo le loro recensioni, ecc. Il sito aziendale deve avere una sezione disponibile per loro dove possano scaricare documenti senza che ti contattino e in ogni momento loro preferiscono.
    Anche predisporre dei form completi è dettagliati che contengano le informazioni necessarie predisposte per i clienti è un modo per andargli incontro. Spesso inviano mail all’azienda e parlano di mille cose, ma non inseriscono le informazioni necessarie per potergli dare ciò che vogliono. Un form con tutti i campi importanti da compilare agevolerà i bisogni del cliente; ma anche inserire un menù a tendina e altri dati predisponendo il tutto consente di evitare di dover ricontattare tante le volte per persone, appunto per capire cosa vogliono.
  2. Non dare per scontate le informazioni importanti: ad esempio se un’impresa gode del vantaggio di usufruire esclusivamente di prodotti italiani o componentistica nostrana, è normale che non abbia prezzi tipici delle aziende cinesi. Non è scontato per il cliente che deve poter leggere queste informazioni sul sito web e anche in maniera ben visibile.
    Nel caso di un’aAzienda distributrice di volantini e anche questo è un esempio, non tutte sono uguali e se una offre servizi differenti come la garanzia di distribuzione 100%, deve scriverlo.
  3. Il catalogo prodotti è uno strumento bistrattato e sottovalutato. Un’azienda non dovrebbe mai pubblicarlo solo in pdf, inserire informazioni scarne sui prodotti e solo una parte di questi, perché la sezione non è aggiornata: il cliente leggerà trascuratezza e poca cura.
    Il catalogo prodotti deve essere dettagliato e suddiviso in categorie facilmente intercettabili dal consumatore e essere costantemente aggiornato; devono essere presenti schede prodotto dettagliate e complete. La sua importanza è relativa al fatto che tramite parole chiave commerciali sia un mezzo per posizionare il sito web in alto nella SERP; perché favorisce l’incremento delle conversioni grazie a schede dettagliate, precise e specifiche che rispondano alla query del cliente, il quale è indirizzato esattamente nella pagina che risponde alla sua domanda.
  4. Un sito efficace è composto da una versione in lingua varia e non solo in inglese e anche questa attenzione è recepita positivamente sia dai clienti che dall’algoritmo di Google.
  5. Testimonianze dei consumatori, recensioni e opinioni dei clienti possono essere oro per un’azienda e se sono negative, chiaramente c’è un problema, mentre se sono positive devono essere inserite sul sito, in modo che tutti possano leggerle.
  6. Avere un sito aggiornato con news sempre nuove, catalogo prodotti completo, contenuti freschi e accattivanti, ecc. manifesta cura agli occhi del cliente.
  7. L’importanza della velocità di caricamento del sito è fondamentale per non perdere visite. Un sito lento e obsoleto che carica con velocità inferiore all’80% è sinonimo di perdita di visite e quindi di clienti, quindi bisogna intervenire.
  8. Aggiornare e migliorare il sito aziendale ogni anno è molto importante, perché la presenza online è danneggiata da imprenditori convinti che sia sufficiente creare un sito e metterlo online per poi abbandonarlo per anni. Allo stesso tempo, questo tipo di professionista non capisce che strutturare un sito web efficace è più importante che sprecare soldi in fiere, brochure cartacee e pubblicità offline.

Conclusioni

Un imprenditore deve ragionare capendo che la chiave è strutturare un sito web efficace, in grado di essere visto ogni giorno da centinaia di migliaia di utenti. Un sito aggiornato, accattivante, fresco, posizionato su Google è in grado di ribaltare i risultati.